Make your own free website on Tripod.com

trombe.gif (2391 bytes)

I Mesi:  (120)


ad ogni clik si evidenzia la parola cercata

 

L'anno passato sempre lodato.

Un buon anno sempre il benvenuto.

Anno nevoso sempre fruttuoso.

Annata nevaia, annata frumentaia.

Gennaio polveraio empie il granaio.

Un bel gennaio bel anno reca.

Gennaio empie o vuota il granaio.

Gennaio ovaio.

Non c' gallina n gallinaccia che a gennaio uova non faccia.

La luna di gennaio luce come giorno chiaro.

Il gran freddo di gennaio empie il granaio.

Gennaio asciutto grano dappertutto.

Pota a la luna di gennaio se vuoi riempir le botti.

Chi vuole un buon agliaio, lo ponga di gennaio.

Se a gennaio spunta l'erba, chi ha buon grano se lo serba.

A gennaio fai i ponti, a febbraio li racconti.

Se di febbraio tuona, l'annata sar buona.

La neve di febbraio ingrassa il granaio.

Febbraietto, scortica l'aglio e il capretto.

Di febbraio la neve migliore del fango.

Febbraio corto e amaro.

Febbraio nevoso, estate gioiosa.

Febbraio umido, buona annata.

Febbraio caldo, primavera fredda.

Febbraio febbraiolo, ogni uccello poso l'ovo.

Primavera di febbraio reca sempre qualche guaio.

L'acqua di febbraio promessa per il granaio.

Chi vuole un bel granaio, lo semina in febbraio.

Febbraio il sole in ogni ombraio.

Febbraio d'ogni mese il pi corto ed il men cortese.

Tutti i mesi dell'anno maledicono un bel febbraio.

Febbraio viene colle tempeste e se ne va con il sole.

Quando marzo non marzeggia, sar april che lo pareggia.

Marzo sole e guazzo.

Del sole di marzo, dell'acqua di mare, della donna che fischia,
non ti devi fidare.

Marzo umido, dolor di contadino.

Quando marzo piovoso, il frutteto generoso.

Marzo molle, grano per le zolle.

Marzo secco e caldo fa il vignaiuol spavaldo.

La polvere di marzo vale oro e argento.

A marzo taglia e pota se non vuoi la botte vuota

Marzo, marzotto, ogni merlo con il suo merlotto.

Marzo senz'acqua, april senz'erba.

D'aprile, ogni giorno un barile.

Se aprile tuona e piove, porta sempre buone nuove.

Aprile bagnato, raccolto assicurato.

Aprile bagnato, contadino fortunato.

Acqua d'aprile, ogni goccia val mille lire.

Aprile, apriletto, un d freddo un d caldetto.

In aprile ogni goccia val mille lire.

Aprile non ti scoprire.

Aprile dolce dormire.

Aprile fa i fiori e maggio ha gli onori.

Aprile sparagiaio, maggio cerasaio.

L'avena di Aprile ingrassa l'ovile.

Aprile fa il fiore e maggio ne ha l'onore.

Maggio asciutto gran per tutto.

Maggio giardinaio non empie il granaio.

Maggio soleggiato frutta a buon mercato.

Maggio molle lin per donne.

Maggio maggione non ti levare il cappottone.

Massaio con lo staio fa di maggio danaio.

Maggio ridente fa allegra la gente.

Giugno umido e caldo, contadino baldo.

Finch giugno non all'otto, non togliere il cappotto.

Giugno freddolino, povero contadino.

Giugno dona caldo e sete al contadin che miete.

In Giugno non aver cura che per i campi e la mietitura.

Di Giugno ciliege in pugno.

Il caldo di Giugno fa raccogliere col pugno.

 Luglio trebbiatore, quanta grazia del Signore.

Luglio prunaio e messidoro o mese delle messi.

Di Luglio ricca la terra ma povero il mare.

Semina di Luglio se vuoi un buon rapuglio.

Luglio dal gran caldo bevi bene e batti saldo.

In Luglio tutto il caldo scende in Puglia.

Se Luglio asciutto, buon vino spera.

Luglio con sacco e saio porta chicchi sul granaio.

Non far tempeste, Luglio mio, senn il mio vino addio.

Nuvole di Luglio fan presto tafferuglio.

In Luglio il temporale dura poco e non fa male.

Agosto pescaio e termidoro o mese del calore.

Agosto ci matura il grano e il mosto.

Ricco l'Agosto che ci d grano e mosto.

Il sole d'Agosto inganna la massaia nell'orto.

Acqua d'agosto: olio, miele e mosto.

Agosto citt mia non ti conosco.

D'agosto, che l'avemmaria non ti trovi nel bosco.

Agosto empie la cucina e Settembre la cantina.

Agosto guai a chi non ha la testa a posto.

Con la prima pioggia d'agosto il caldo riposto.

Settembre bello, sole e venticello.

Settembre inclemente, poco vino o niente.

Di settembre di frutti ce n' sempre.

Settembre ficaio e fruttidoro o mese dei frutti.

A Settembre la notte con il d contende.

Chi lavora di Settembre, fa bel solco e poco rende.

Settembre ventoso e dorato, bello e fortunato.

Ottobre, o bello o piovoso, vino e cantina da sera a mattina.

D'ottobre pesce non si piglia che non sia triglia.

In ottobre compra grano e copriti.

Caldo ottobre fa freddo febbraio.

Ottobre piovoso, campo prosperoso.

Ottobre, il vino nelle doghe.

Ottobre bello, ma tieni pronto l'ombrello.

Novembre gelato, addio seminato.

Se di novembre tuona l'annata sar buona.

Quale il novembre tale il marzo venturo.

Di novembre va in montagna ed abbacchia la castagna.

Se in novembre non hai arato, tutto l'anno sar tribolato.

Novembre imbacuccato, raccolto e seminato.

Acqua di novembre, benedizione dei prati.

Dicembre oscuro annunzia buona annata.

Dicembre gelato non va disprezzato.

Dicembre innevato, contadin fortunato.

Se dicembre bello, non lo poi l'anno novello.

Dicembre variante inverno incostante.

In Dicembre prendi legna e dormi.

Dicembre piglia e non rende.

Dicembre imbacuccato, raccolto assicurato.

 

 

 


ad ogni clik si evidenzia la parola cercata

torna su